Che musica suona la tua azienda?

 In Risorse umane

C’è un modo di dire che viene spesso usato tra gli addetti ai lavori della comunicazione e del Marketing: “Fare rumore”. Riferito spesso ad un evento, o ad un lancio prodotto, significa creare attenzione e interesse tra i clienti, avviare un tam-tam che faccia arrivare la notizia a più clienti possibile, anche se in modo più o meno confuso. D’altronde, quante volte abbiamo sentito dire: “Non importa come, l’importante è che se ne parli!”

Rimanendo sul tema del rumore, ci siamo mai chiesti quale tipo di suono produca la nostra azienda agli orecchi dei clienti?
Quando ci ascoltano, quando usufruiscono dei nostri servizi, si trovano davanti ad una sinfonia, o a tanti suoni scollegati tra loro?
Capita spesso che i vari reparti della nostra azienda, e per primi i loro manager, suonino più come solisti che come membri di un’orchestra, col risultato di un suono tutt’altro che armonico, che confonde e infastidisce i clienti.
Ma quanto aspetteremo per capire che il mercato è cambiato? La cultura e la conoscenza dei clienti sono cresciute, la soddisfazione non è un optional!

Dobbiamo convincerci che solo le “sinfonie orchestrali” reggeranno la sfida dei mercati più competitivi.  I venditori, il servizio clienti, la logistica e tutti gli altri reparti: tutti devono suonare la stessa melodia, e nessuno può pensare di non influenzarla. Più saranno gli strumenti che la suoneranno insieme, più alto sarà l’affiatamento, più la melodia sarà apprezzata dal pubblico, diventando il nostro punto di riconoscimento sul mercato.

Serve che questa consapevolezza parta da chi guida l’azienda e che si diffonda in tutta l’organizzazione. Serve poi un valido direttore, che abbia competenza e autorevolezza per guidare l’orchestra. Serve una nuova Direzione Marketing per l’azienda.

Martino Prati – Consulente Change Project